Tu sei qui

BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

Protocollo per l’inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali

a.s. 2016/2017

 

BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

 

DISABILITA’ (L. 104/92)

 

La Documentazione comprende:

  • Il Verbale di Accertamento della situazione di disabilità

  • La Diagnosi Funzionale

  • Il Profilo Dinamico Funzionale

  • Il Piano Educativo Individualizzato

 

DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI: DSA, ADHD, Disturbo Oppositivo Provocatorio DOP, Borderline cognitivo, Disturbo del Linguaggio DL, Deficit delle abilità non verbali, Deficit della coordinazione motoria (Disprassia), Disturbo della condotta in adolescenza (L. 170/2010 con presenza di certificazione sanitaria o in attesa di approfondimento diagnostico).

 

La Documentazione comprende:

  • Relazione clinica che includa la codifica diagnostica (ICD-10), il percorso di valutazione effettuato, le indicazioni di intervento, i riferimenti relativi alla presa in carico, l’indicazione dei test e dei punteggi ottenuti. La diagnosi di DSA, può essere effettuata, dalle UONPIA delle strutture pubbliche e private accreditate (secondo i criteri previsti dalle Linee di Indirizzo regionali e dalla Consensus Conference nazionale per i DSA del 2007) ed è necessaria la presenza di un’èquipe con competenze. Affinché la certificazione di DSA possa essere considerata valida per i benefici di legge, essa deve evidenziare chiaramente che la diagnosi è avvenuta secondo quanto sopra indicato.

  • Piano Didattico Personalizzato per DSA

SVANTAGGIO socio-economico: alunni seguiti dal servizio famiglia-minori, situazioni segnalate dalla famiglia, rilevazioni del Team docenti attraverso osservazione diretta.

 

La Documentazione comprende:

  • Eventuale segnalazione Servizio Famiglia-Minori

  • Considerazioni psicopedagogiche e didattiche del Team docenti

  • Dichiarazione di Adesione Famiglia

  • Piano Didattico Personalizzato BES

 

SVANTAGGIO linguistico e culturale: alunni stranieri neo-arrivati in Italia o che non hanno ancora acquisito le adeguate competenze linguistiche.

 

La Documentazione comprende:

  • Protocollo di Accoglienza Alunni Stranieri

  • Considerazioni psicopedagogiche e didattiche del Team docenti/Consiglio di Classe

  • Dichiarazione di Adesione Famiglia

  • Piano Didattico Personalizzato BES

 

Disagio comportamentale/relazionale: alunni con funzionamento problematico, definito in base al danno vissuto effettivamente dall’alunno, prodotto su altri e sull’ambiente (senza certificazione sanitaria)

 

La Documentazione comprende:

  • Considerazioni psicopedagogiche e didattiche del Team docenti/Consiglio di Classe

  • Dichiarazione di Adesione Famiglia

  • Piano Didattico Personalizzato BES

 

*Le situazioni di svantaggio socio-economico e culturale, vengono considerate nella misura in cui costituiscono un ostacolo per lo sviluppo cognitivo, affettivo, relazionale, sociale dell’alunno e generano scarso funzionamento adattivo, con conseguente peggioramento della sua immagine sociale.

 

La mancata adesione della Famiglia alla stesura del PDP, non solleva gli insegnanti dall’attuazione del diritto alla personalizzazione dell’apprendimento, in quanto, la Direttiva Ministeriale, richiama espressamente i principi di personalizzazione dei percorsi di studio enunciati nella legge 53/2003.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.